investire in arte

René Magritte

Nasce a Lessines, in Belgio, il 21 novembre 1898, in una agiata famiglia: suo padre è un mercante e la famiglia si trasferisce spesso. Nel 1912, sua madre Adeline si suicida gettandosi nel fiume Sambre a Châtelet e venne ritrovata annegata, con la testa avvolta dalla camicia da notte. René Magritte non ha ancora 14 anni e questo particolare rimane impresso nella sua giovane mente e riappare in alcuni suoi dipinti, come "L'istoire centrale" e "Les amants". A Charleroi, dove la famiglia si è trasferita per allontanarsi dal dolore della tragedia, si impegna in studi classici, maturando presto un vivo interesse per la pittura. Nel 1916 si iscrive all'Accademia di Belle Arti di Bruxelles, appassionandosi alle ricerche futuriste e, nel 1919, espone la sua prima tela, "Trois Femmes". I primi passi da pittore, René Magr...

Luigi Mainolfi

Luigi Mainolfi (Rotondi, 16 febbraio 1948) è uno scultore italiano. Noto a livello internazionale, è uno dei principali rappresentanti della cosiddetta scultura post-concettuale, impostasi al principio degli anni ottanta. Sin dagli esordi realizza sculture utilizzando materiali poveri e naturali (terracotta, gesso, legno, pietra lavica) e fusioni in bronzo.Dopo gli studi di pittura all’Accademia di belle arti di Napoli è attratto dal panorama artistico e culturale torinese e nel 1973 vi si trasferisce. I primi lavori, realizzati fra il 1972-76, indagano il corpo e il gesto: nelle prime esposizioni e performance, presenta calchi del proprio corpo in gesso che lascia consumare nell’acqua facendo sì che la scultura si trasformi e si degradi, come accadde a Cavriago nel 1977 o li fa precipitare dall’alto al suolo come nel...

Umberto Mariani

Umberto Mariani è un artista nato nel 1936 a Milano città dove vive e lavora. Dopo essere stato allievo prediletto di Achille Funi, che lo vuole con sé per realizzare la cappella di San Carlo nella Basilica di Sant’Angelo a Milano e la pala di San Giuseppe nella Basilica di San Pietro a Roma, e dopo aver attraversato una fase espressionista, ispirata ai modi di Permeke, Mariani passa presto a confrontarsi con il linguaggio più in voga negli anni sessanta, la Pop Art, anche se nei suoi quadri, in cui compaiono le immagini nitide di oggetti che sfiorano l’allusione erotica, come lunghi guanti o stivali lucenti, sembrano alludere piuttosto ad una atmosfera surrealista. Alla fine Mariani si interessa solo alle pieghe dei tessuti; Mariani confessa di aver avuto una sorta di illuminazione quando ha scoperto che il panneggio, di solito usato per nasconder...

Plinio Martelli

Plinio Martelli, nato a Torino nel 1945, si può considerare figlio d’Arte: il padre pittore milanese trasferitosi poi a Torino, dove lavorò a fianco di peculiare, Menzio, Quaglino, Fico e altri noti artisti di quel periodo, il nonno pittore ferrarese fu compagno a Milano di Carrà, Malerba, Bonzaghi... e del poeta Corrado Govoni con cui fece un libro. Dopo studi scientifici si è diplomato all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino con maestri quali Enrico Paolucci e Mario Calandri. Nel 1969 dopo varie mostre di “giovani artisti” allestisce la sua prima personale nella galleria d’arte contemporanea Christian Stein, con la quale ha avuto per molti anni una intensa collaborazione. Già da quei primi lavori si nota la direzione della sua ricerca, improntata sopratutto sulla trasformazione del linguaggio artistico usando ad e...

Fausto Melotti

Fausto Melotti (Rovereto 1901 – Milano 1986), artista, scrittore e teorico, è una delle figure di spicco della scena culturale dell’Italia del Novecento. Il suo percorso artistico si intreccia  per oltre cinquant’anni con quello dei più grandi architetti, artisti e intellettuali del suo tempo: da Fortunato Depero a Lucio Fontana, da Gio Ponti a Italo Calvino. I principi ispiratori dell’opera di Melotti sono l’architettura dei Greci, la pittura di Piero della Francesca e la musica di Bach, massimi esempi di “arti esatte” e di “una forma mentis matematica”, che l’artista traduce in opere dapprima rigorose e astratte, più tardi percorse da elementi narrativi, in una continua ricerca di una dimensione leggera e luminosa della scultura. Collocata nel giardino di HangarBicocca nel 2010, La Sequenza accog...

Mario Merz

nasce a Milano il 1 gennaio 1925 da famiglia di origine svizzera e cresce a Torino. Durante la guerra lascia la Facoltà di Medicina e si unisce al movimento antifascista “Giustizia e Libertà. Nel 1945, imprigionato per un anno alle Carceri Nuove di Torino, esegue disegni sperimentando un tratto grafico continuo, senza mai staccare la punta della matita dalla carta. Nel 1954 tiene la prima personale presso la Galleria La Bussola a Torino, dove espone disegni e quadri i cui soggetti rimandano all’universo organico e dai quali emerge la conoscenza dell’Informale e del linguaggio dell’Espressionismo Astratto americano. Nel 1959 sposa Marisa, artista che diventerà sua compagna inseparabile e nell’agosto del 1960 nasce la figlia Beatrice. La coppia si trasferisce in Svizzera, poi a Pisa, per tornare a Torino dove Merz realizza una serie di &...

Francesco Messina

Francesco Messina (Linguaglossa, 15 dicembre 1900 – Milano, 13 settembre 1995). Cresce e studia a Genova dove vive fino a 32 anni. Dal 1922 inizia ad esporre regolarmente le sue opere alla Biennale di Venezia, vincendo nel 1942 il premio scultura. Tra il 1926 e il 1929 partecipa alle esposizioni del gruppo artistico Novecento Italiano a Milano. Nel 1932 si trasferisce a Milano, dove ottiene, nel 1934 la cattedra di scultura all’Accademia di Brera di cui diviene, dopo solo due anni, il direttore. Negli anni trenta partecipa a molte importanti mostre internazionali: a Barcellona, Berlino, Berna, Goteborg, Monaco di Baviera, Oslo, Parigi, San Paolo del Brasile e Zurigo. Nel 1947 partecipa all’esposizione di scultura e grafica a Buenos Aires riscuotendo grande successo. Nel 1949 espose alla 3rd Sculpture International di Filadelfia assieme a Marino Marini e Picasso. Nel 197...

Joan Miró

Pittore (Barcellona 1893 - Palma di Maiorca 1983). Studiò alla Scuola di belle arti di Barcellona e con F. Galí; frequentò l'ambiente dadaista che ruotava intorno alla personalità di F. Picabia. Dopo un primo periodo caratterizzato da uno stile drammatico ed espressionista, M. elaborò una sorta di realismo estatico, venato di un sofisticato primitivismo (La casa con la palma, 1918, coll. priv.; L'orto con l'asino, 1918, Stoccolma, Moderna Museet; Ritratto di fanciulla, 1918, Barcellona, Fundació Miró). In un primo soggiorno a Parigi (1919) incontrò Picasso e dopo il 1920 passò qui i suoi inverni, frequentando artisti e scrittori d'avanguardia (Jacob, Tzara, Breton, Aragon) e dipingendo opere come l'Autoritratto (...

Giancarlo Montuschi

Giancarlo Montuschi è nato nel 1952 a Faenza (Ra). Ha studiato al Liceo Artistico di Bologna e frequentato l'Accademia di Belle Arti prima nel capoluogo emiliano e quindi a Ravenna. Nel 1976 gli viene assegnata la cattedra di Discipline Pittoriche al Liceo Artistico di Sansepolcro (Ar). Sempre in Valtiberina, a San Leo di Anghiari (Ar), l’artista porta avanti da anni, assieme alla moglie ceramista Magda Garulli, uno degli atelier più importanti del territorio aretino. La ricerca di Montuschi abbraccia varie tecniche e muove dalla pop art e dai linguaggi post-pop del secondo Novecento per affrontare negli anni argomenti alchemico-esoterici, temi ludici, cicli diversificati come quelli legati a miti, animali, letteratura e musica. Dal 1972 espone con successo di pubblico e critica in Italia e all’estero. La sua partecipazione a premi e fiere internazionali ri...

Keizo Morishita

Nasce a Kitakyushu, Giappone nel 1944. Si trasferisce in Italia grazie ad una borsa di studio all'età di diciannove anni. Frequenta l'Accademia di Brera sotto la guida di Marino Marini e nel 1968 si laurea in scultura. In seguito predilige esprimersi pittoricamente, sviluppando uno stile personale che nasce da un meditato e coltissimo incontro tra la cultura orientale e l'espressione artistica europea. Dagli Arcipelaghi degli anni settanta ai più recenti Paesaggi della memoria, i suoi dipinti presentano paesaggi ideali di assoluta purezza formale e di grande intensità cromatica, ordinati secondo una perfetta geometria delle forme e immersi in una luce cristallina. E' stato protagonista di un'intensa attività espositiva in gallerie pubbliche e private sia italiane che estere. Dalla metà degli anni ottanta ha esposto regolarmente ...